LA FORMAZIONE DEL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA

CORSO BASE ()
Costo: 350€ + IVA

Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza è una figura chiave per la gestione della sicurezza in azienda, normata dall’art. 37 del T.U - D.Lgs. 81/08 “... ha diritto ad una formazione particolare in materia di salute e sicurezza concernente i rischi specifici esistenti negli ambiti in cui esercita la propria rappresentanza, tale da assicurargli adeguate competenze sulle principali tecniche di controllo e prevenzione dei rischi stessi.
L’articolo 47, comma 2 del T.U - D.Lgs. 81/08 prevede che “in tutte le aziende, o unità produttive, è eletto o designato il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza”.
 
Il nuovo accordo Stato Regioni del 7 luglio 2016 prevede, per la formazione del Rappresentate dei lavoratori per la sicurezza, anche la modalità E-learning, ma solo se previsto dal Contratto Collettivo nazionale di riferimento.
 

DA CONFERMARE    
Calendario: 9/1/2018 (09:30 - 13:30)
9/1/2018 (14:30 - 18:30)
16/1/2018 (09:30 - 13:30)
16/1/2018 (14:30 - 18:30)
23/1/2018 (09:30 - 13:30)
23/1/2018 (14:30 - 18:30)
30/1/2018 (09:30 - 13:30)
30/1/2018 (14:30 - 18:30)
Durata: 32 ORE
Sede: Via Alessandro Cialdi, 7/7c - 00154 - Roma (RM)
Destinatari: Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza
Obiettivi: Trasferire al RLS adeguate conoscenze circa i rischi lavorativi esistenti negli ambiti in cui esercita la propria rappresentanza, adeguate competenze sulle principali tecniche di controllo e prevenzione dei rischi stessi, nonché principi giuridici comunitari e nazionali, legislazione generale e speciale in materia di salute e sicurezza sul lavoro, principali soggetti coinvolti e relativi obblighi e aspetti normativi della rappresentanza dei lavoratori e tecnica della comunicazione.
Contenuti:
Le fonti giuridiche  in materia di sicurezza sul lavoro
  • La gerarchia delle fonti giuridiche;
  • Le Direttive Europee;
  • La Costituzione, Codice Civile e Codice Penale;
  • L'evoluzione della normativa sulla sicurezza e igiene del lavoro e il D.Lgs. 81/08;
  • Statuto dei Lavoratori e normativa sulla assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e malattie professionali;
  • La legislazione relativa a particolari categorie di lavoro: lavoro minorile, lavoratrici madri, lavoro notturno, lavori atipici, etc.
  • Le norme tecniche UNI, CEI e loro validità
  • Il sistema delle prescrizioni e delle sanzioni
Soggetti coinvolti e obblighi
  • il Datore di lavoro, i Dirigenti;  i Preposti;
  • Il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP), gli Addetti del SPP;  il Medico Competente;
  • Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS), il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale (RLST) e il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza di sito produttivo.
  • Aspetti normativi dell’attività di rappresentanza dei lavoratori
  • Gli Addetti alla prevenzione incendi, evacuazione dei lavoratori e pronto soccorso;
  •  i Lavoratori;  i Progettisti;  i Fabbricanti, i Fornitori;  gli Installatori
  •  I Lavoratori autonomi; La gestione degli appalti;
  • II sistema pubblico della prevenzione:
  • Vigilanza e controllo;  Informazione, assistenza e consulenza;
    Organismi paritetici e Accordi di categoria.
  •  
 
Definizione e individuazione dei fattori di rischio
 
  • Concetti di pericolo, rischio, danno, prevenzione;
  • Analisi degli infortuni: cause, modalità di accadimento, indicatori, analisi
  • statistica e andamento nel tempo, registro infortunii
  • Contenuti e specificità: metodologia della valutazione e criteri utilizzati
  • Individuazione e quantificazione dei rischi, misuredi prevenzione adottate o da adottare;
  • Modelli basati su check list;
  • Fasi della valutazione dei rischi;
  • Definizione e contenuti del DVR.
Rischi specifici
  • I principali fattori di rischio e le relative misur
  • e tecniche, organizzative eprocedurali di prevenzione e protezione;
  • Rischio rumore;
  • Rischio vibrazione;
  • Rischio videoterminali;
  • Rischio movimentazione manuale dei carichi;
  • Rischio di radiazioni ionizzanti e non ionizzanti;
  • Rischio da campi elettromagnetici;
  • Il microclima.
Le malattie professionali
  • Rischio Cancerogeno
  • Rischio Chimico
  • Rischio Biologico
  • Tenuta dei registri di esposizione dei lavoratori alla diverse tipologie di
    rischio che li richiedono
Ambiente di lavoro
  • Rischio elettrico
  • Rischio meccanico
  • Rischio cadute dall’alto
  • Quadro legislativo antincendio
  • Le emergenze
Metodologia: La didattica utilizzata, basata sulle specificità dell'apprendimento per gli adulti, aderisce ai seguenti principi: favorire la formazione esperienziale; curare la motivazione; prevedere spazi di elaborazione autonoma.
Docenti: Tutti i docenti sono qualificati sulla base di adeguate conoscenze, abilità ed esperienze, in relazione alle tematiche trattate e ai moduli teorici e pratici.
Verifica: Al termine del modulo sarà somministrato un test a risposta multipla per la verifica degli apprendimenti.
Frequenza: L'attestato di partecipazione sarà rilasciato a fronte della frequenza del 90% delle ore totali, fatto salvo la verifica delle conoscenze acquisite.
Attestato: Al termine del corso ogni partecipante riceverà l'attestato individuale di formazione e di frequenza rilasciato da AiFOS, ed inserito nel registro nazionale della formazione. Tale documento sarà autenticato da un numero univoco e da QR Code. La responsabilità dell'emissione dell'attestato finale è del direttore del CFA - Phidia s.r.l.
 

SCHEDA DI ISCRIZIONE

Per qualsiasi domanda su questo corso non esitare a contattarci allo 06.51606162